cos'è la diastasi addominale

I muscoli addominali

che cos’è la diastasi addominale

Per capire che cos’è la diastasi addominale analizziamo come sono strutturati i muscoli addominali. cos è la diastasi addominale. che cos è la diastasi dei retti addominali

Gli addominali sono un insieme di muscoli sovrapposti: in superficie si trovano i muscoli retti (destro e sinistro), subito sotto si trovano i muscoli obliqui esterni (destro e sinistro), poi i muscoli obliqui interni (destro e sinistro), e in profondità il muscolo trasverso.

che cos è la diastasi addominale
Muscoli addominali

Quelli che interessano la diastasi sono i muscoli retti. Questi muscoli sono separati tra loro, sia orizzontalmente che verticalmente, da una guaina (quella linea bianca che vedi in figura). Questa guaina permette a questi muscoli di assumere, quando sono molto tonici, la tipica forma di “tavoletta di cioccolato” o “tartaruga”.

La diastasi dei muscoli retti: quando si verifica

La diastasi dei muscoli retti si verifica quando c’è uno stiramento eccessivo di questa guaina di tessuto connettivo che tiene insieme il muscolo retto destro con quello sinistro. Questo stiramento provoca l’allontanamento dei due muscoli. Il termine “diastasi” deriva dal greco e vuol dire infatti “separazione”. 

La diastasi che si verifica in gravidanza è un processo naturale, fisiologico. La donna infatti produce specifici ormoni che rilassano muscoli e tessuti per permettere al feto di crescere. Questo rilassamento favorisce l’allontanamento dei muscoli retti e quindi la diastasi. che cos è la diastasi dei retti addominali

Il tessuto connettivo che unisce i muscoli è elastico e conclusa la gravidanza dovrebbe consentire ai muscoli di riavvicinarsi. Se si stira troppo però può sfilacciarsi e rompersi, proprio come un normale elastico.

Se i muscoli non tornano più nella loro posizione di partenza, resterà tra loro una distanza eccessiva che non permetterà di “chiudere” e proteggere l’addome.

Quando la separazione che resta tra i muscoli retti è di oltre 2/3 cm siamo in presenza di una diastasi addominale.

La mancanza di tono dopo la gravidanza e la diastasi possono favorire l’insorgere di altri disagi:

  • addome gonfio e prominente
  • digestione rallentata
  • respirazione corta e affannata
  • mal di schiena
  • disfunzioni al pavimento pelvico

Col tempo questi disagi peggiorano ed espongono al rischio di :

  • ernie addominali
  • incontinenza
  • prolasso degli organi pelvici

Ora che sai che cos’è la diastasi addominale scopri cosa puoi fare per ridurla

Come ti ho spiegato, la diastasi è un processo naturale in gravidanza: i muscoli addominali si rilassano e perdono tono per favorire la crescita del feto.

Subito dopo il parto è importante iniziare un percorso di recupero del tono addominale. Il recupero del tono deve avvenire in modo graduale e attraverso esercizi specifici.

diastasi addominale

Esercizi per la diastasi

Gli esercizi più indicati sono quelli che permettono di tonificare i muscoli addominali e pelvici senza aumentare la pressione intra-addominale.

E’ importante infatti non esercitare pressioni verso l’esterno per non insistere su una struttura muscolare già compromessa.

Il lavoro inoltre deve essere orientato sull’allenamento del muscolo addominale più profondo: il trasverso.

Questo permetterà di contenere meglio l’addome, favorire il riavvicinamento dei muscoli retti e ridurre la diastasi (vedi quali-sono-gli-esercizi-indicati).

PTStudioDonna